Cosa sta succedendo in Etiopia: alcune cose da sapere sulla crisi alimentare che sta colpendo il paese

Milioni di bambini rischiano la fame a causa della grave e crescente crisi alimentare in Etiopia. La crisi è stata causata dagli effetti de El Niño (siccità nel Nord e alluvioni nel Sud), che hanno distrutto interi raccolti e scorte di cibo.

Cos’è El Niño

El Niño è un anomalo riscaldamento delle acque del Pacifico Tropicale, determinato da un temporaneo indebolimento della fascia degli Alisei. A causa della vastità del Pacifico (a latitudini tropicali occupa un terzo della circonferenza terrestre) in occasione degli episodi più intensi si hanno conseguenze sul clima a livello planetario.

Oltre alla mancanza delle piogge stagionali nei primi mesi del 2015, anche le forti piogge previste solitamente da giugno a settembre sono mancate per la prima volta dal 1989. Con più dell’80% della popolazione che dipende dall’agricoltura, questo avrà un effetto devastante sulla sicurezza alimentare e il futuro di milioni di famiglie.

Per la  prolungata siccità, il Paese sta vivendo il peggior disastro naturale degli ultimi 50 anni. Il Governo Etiope ha annunciato che quest’anno 10.2 milioni di persone dovranno affrontare una grave carenze di cibo, di questi 5.7 milioni sono bambini. Più di 400.000 piccoli sono già a rischio di sviluppare forme di malnutrizione acuta grave, che possono provocare l’arresto della crescita e ritardi fisici e mentali in fase di sviluppo.

La storia di Jaid 

etiopia

Jaid è un uomo di 40 anni con dieci figli. Lui e la sua famiglia vivono in un villaggio in Etiopia. A causa della siccità, sono stati costretti ad abbandonare la propria terra quando delle 450 pecore e mucche in loro possesso, solo 10 sono sopravvissute.

Hanno dovuto vendere quello che gli era rimasto solo per comperare cibo a sufficienza per sopravvivere e trasferirsi in un insediamento informale insieme a circa 1600 persone della loro zona. Attualmente la famiglia vive in una piccola capanna ed è supportata dal governo e da Save the Children che sta fornendo loro beni di prima necessità per sopravvivere.

Questa è la peggiore siccità che io abbia mai vissuto, peggiore di quelle vissute da mio padre e mio nonno” dice Jaid. “Nessuno riesce a ricordare niente di simile, non eravamo preparati a questo”.

La popolazione dell’Etiopia è dunque messa a dura prova

Le più grandi minacce che le famiglie affrontano, sono la perdita delle loro fonti di sostentamento e le sofferenze causate dalla malnutrizione infantile. Se non si interviene, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che la malnutrizione acuta grave nei bambini sotto i cinque anni, possa portare a tassi di mortalità del 50%. È essenziale trattare rapidamente 1.7 milioni di bambini che già soffrono di malnutrizione acuta moderata. Grazie alla nostra esperienza nel settore sappiamo che una risposta precoce a questi casi di malnutrizione è di gran lunga più efficace, in termini di vite salvate, ed efficiente.

La perdita del bestiame, la mancanza del raccolto, le gravi carenze a livello di assistenza alimentare, costringono milioni di persone in tutta l’Etiopia ad affrontare un lungo periodo di insicurezza alimentare. Il tempo per fornire cibo, per soddisfare le crescenti necessità e quindi per salvare vite stringe. Anche gli agricoltori hanno disperatamente bisogno della distribuzione di sementi, di cibo e di assistenza veterinaria per il loro bestiame. L’istruzione di base ha subìto un duro colpo a causa della siccità, con più di un terzo di bambini in età scolare che non frequenta la scuola nelle zone più colpite. Con un numero crescente di persone che si spostano verso le aree urbane alla ricerca di cibo e acqua , la garanzia di accesso ad un’istruzione di qualità per questi bambini è un imperativo.

I nostri operatori sono sul campo e stanno lavorando senza sosta per fornire il supporto salva-vita alle famiglie che hanno perso tutto a causa della siccità. Tuttavia, a fronte della peggiore catastrofe naturale che il Paese ha vissuto negli ultimi anni e in mancanza di piogge, stiamo ulteriormente potenziando la nostra risposta per salvare la vita dei bambini.

Scopri di più sul nostro intervento 

 

Commenti

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter Powered By : XYZScripts.com