L'infografica sulla povertà minorile in Europa
27 milioni di bambini europei sono a rischio povertà
Invecchiare è tutto quello che ti chiedono
Guarda il video e dona il tuo 5 per mille a Save the Children VIDEO
Uganda, emergenza profughi dal Sud Sudan
Dall’altra parte della frontiera

L’accoglienza dei minori migranti in Italia: sette cose da sapere

Nelle ultime settimane abbiamo visto aumentare il numero degli sbarchi sulle coste italiane, solo nelle ultime 48 ore sono stati 1.149 i migranti sbarcati nei porti siciliani, fra loro anche dei minori.  Alcuni dei bambini che arrivano sono molto piccoli, accompagnati da qualcuno della loro famiglia, ma gli adolescenti spesso sono soli ...Leggi

La povertà e la disuguaglianza in Europa, un circolo vizioso da spezzare subito

Quando parliamo di povertà, la tendenza è quella di pensare a qualcosa di molto lontano da noi, a un problema che esiste altrove o solo nei racconti di guerra dei nostri nonni. Purtroppo questa non è la verità, la  povertà oggi è qualcosa che riguarda anche l’Europa, dove quasi 27 milioni di ...Leggi

La povertà in Europa descritta attraverso i racconti dei bambini (FOTO)

L’Europa sta attraversando una crisi economica che riguarda in modo maggiore o minori tutti i paesi, anche quelli normalmente considerati meno a rischio. Nel rapporto internazionale pubblicato negli scorsi giorni, abbiamo voluto trascrivere alcune testimonianze di minori europei, per raccontare come viene percepita da loro la povertà e come incide sulla vita quotidiana. ...Leggi

La povertà non ha passaporto – La situazione in Europa (INFOGRAFICA)

Sono 27 milioni i bambini a rischio povertà o esclusione sociale in Europa, con una crescita di quasi 1 milione in 4 anni (2008-2012) e  mezzo milione in un solo anno, tra il 2011 e il 2012. Si tratta  del 28% della popolazione nei Paesi UE28, e riguarda tutte le nazioni, compresi ...Leggi

Il diritto alla partecipazione dei minori e i Nuovi Media

I Nuovi Media sono entrati a far parte della vita della maggior parte dei pre-adolescenti e adolescenti italiani, supportando e facilitando la comunicazione e, potenzialmente, la collaborazione.  Utilizzandoli i ragazzi possono esercitare i propri diritti fondamentali, ma contemporaneamente devono essere tutelati nel loro diritto ad essere protetti da abusi e violenze (art. ...Leggi